[iOs] Introduzione a SQLite e integrazione in un XCode Project

SQLITE è un Relational DBMS embedded, ovvero è disponibile sotto forma di libreria che viene inclusa in una applicazione. Non vi è alcun database che gira in background e tutte le operazioni che devono essere effettuate su tale database vengono lanciate dall’applicazione sotto forma di chiamate a funzioni contenute nella libreria SQLite.
SQLite è scritto in linguaggio C e occorre utilizzare SQLite in un progetto XCode direttamente con chiamate a funzioni in C per accedere alle strutture dati.

C’è da dire che come DBMS non è eccezionalmente performante. Già il fatto che materializza le strutture dati su un singolo file memorizzato localmente all’applicazione, fa capire che può essere impiegato in contesti in cui non occorre avere il massimo delle performance (accessi in concorrenza, grosse quantità di dati, join tra più tabelle, …). Eppure nei contesti mobile, dove comunque le strutture dati non sono molto complesse, SQLite risulta una soluzione molto versatile e comoda.

Per informazioni dettagliate su SQLite riferirsi al sito ufficiale: www.sqlite.org. Di seguito, viene fatta una panoramica veloce sugli aspetti introduttivi e sull’integrazione di questo RDBMS in un progetto XCode.

Structured Query Language (SQL)
Si accede ai dati di un database in SQLite usando il linguaggio ad alto livello conosciuto come Structured Query Language (SQL), conforme allo standard SQL-92.

Se vi interessa creare un database SQLite potete consultare le due sezioni spiegate nel resto di questo wiki: Utilizzare SQLite su MacOS X (in cui si descrive la creazione di un database e la sua gestione da Terminale) oppure Creazione di un database SQLite con SQLite Manager (add-ons di Filefox)

Continua la lettura