Escher a Roma: mostra al Chiostro del Bramante

I bellissimi capolavori di Maurits Cornelis Escher saranno in mostra a Roma al Chiostro del Bramante dal 20 settembre e fino al 22 febbraio 2015.

IMG_0033.JPG

IMG_0032.JPG

Questa è la sua opera che più mi piace: Drawing hands

IMG_0036.JPG

[VagabroArt] Esposizione tele di Gabriele Tamburini al “MomartCafe”

Mostra personale di Gabriele Tamburini al Momart Cafè (Roma)

Quando: dal 28 APRILE 2012 al 16 GIUGNO 2012

Dove:  MOMART CAFE’ – Via XXi Aprile, 19 Roma

INFO: La mostra durerà fino al 16 giugno 2012Entrata gratuita (Aperitivo al Momart Cafè)

Sito Web: www.vagabro.it


Mirò, poesia e luce – Mostra a Roma al Chiostro del Bramante

Era da molti anni che Roma non ospitava una rassegna esaustiva dell’opera di Joan Miró. E non solo. Perché al Chiostro del Bramante si potranno ammirare oltre 80 lavori, del genio catalano, mai giunti prima nel nostro Paese, tra cui 50 olii di sorprendente bellezza e di grande formato, ma anche terrecotte, bronzi e acquerelli.
E questo grazie alla Fundació Pilar i Joan Miró di Palma di Mallorca, che detiene gran parte del patrimonio dell’artista e che ha concesso in via del tutto straordinaria le sue opere per un’anteprima italiana.

La mostra Miró! Poesia e luce, sarà ospitata a Roma al Chiostro del Bramante dal 16 marzo al 10 giugno 2012, ed è prodotta e organizzata da Arthemisia Group e 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE, con DART Chiostro del Bramante.
La curatrice dell’esposizione è María Luisa Lax Cacho è ritenuta la massima esperta internazionalmente dell’opera di Miró. La mostra darà conto dell’intera produzione artistica di Miró, nato nel 1893, tra gli anni 1908-1981. Un particolare approfondimento sarà rivolto alle opere create nei trent’anni anni in cui Miró visse a Mallorca e cioè dal 1956 fino alla morte avvenuta nel 1983. Un periodo particolarmente felice per l’artista, che finalmente aveva a sua disposizione un grande atelier e un laboratorio, a contatto con la natura sua musa ispiratrice, che dà vita a nuove idee e che gli fa iniziare contemporaneamente più opere.
Si è detto dell’importanza del luogo di lavoro per Miró. Per questo si è pensato di ricreare integralmente negli spazi espositivi della mostra lo studio in cui Miró creò i suoi capolavori. Si potranno così vedere anche tutti gli oggetti, i pennelli e gli strumenti originali che l’artista usava e che si sono conservati grazie all’attività della Fondazione.

L’incontro di fantasia e di controllo, di oculatezza e di generosità, che forse si può considerare una caratteristica della mentalità catalana, può spiegare, in parte almeno, la base fondamentale dell’arte e della personalità di Joan Miró”. Così ha scritto Gillo Dorfles in un suo saggio sull’artista catalano. E’ per questo che pare oltremodo opportuna la cornice rinascimentale del Chiostro del Bramante quale contrappunto allo spirito multiforme di Miró e al suo linguaggio fatto di macchie, grafismi, spruzzi, impronte, abrasioni, suture e chiodi.
In mostra si potranno ammirare, tra gli altri capolavori, gli olii Femme dans la rue (1973) e Untitled (1978); i bronzi come Femme (1967); gli schizzi tra cui quello per la decorazione murale per la Harkness Commons-Harvard University, tutti provenienti dalla collezione di Palma di Maiorca.
Il catalogo è pubblicato da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE e presenta saggi di Elvira Cámara, María Luisa Lax Cacho, Josep Luís Sert e due interviste di Joan Miró realizzate da Yvon Taillandier.
Segui la mostra sui social media www.facebook.com/miropoesialuce e su twitter @Miro_Roma.

[Articolo tratto dal sito www.beniculturali.it]

Mostra di Salvador Dalì a Roma

Salvador Dalì
09 marzo 2012 – 01 Luglio 2012
Complesso del Vittoriano, ROMA

Tratto da The Salvador Dalì Forum

La mostra organizzata in collaborazione con la Fondazione Gala-Salvador Dalì, propone un approccio inedito sulla figura dell’artista indagato in tutte le sue molteplici e diverse sfaccettature: pittore, disegnatore, pensatore, scrittore, appassionato di scienza, catalizzatore delle correnti delle Avanguardie, illustratore, orafo, cineasta e scenografo. Si farà luce su un aspetto tutt’ora trascurato negli studi e nelle mostre daliniane: il rapporto dell’artista spagnolo con l’Italia.

L’Italia sarà infatti la costante, il filo rosso, l’elemento che terrà insieme tutte le opere esposte.

Attraverso documenti, fotografie, disegni, lettere, progetti, oggetti lo si potrà seguire nei suoi viaggi per l’Italia, e rivivere gli incontri per ideare collaborazioni artistiche, come quello con Anna Magnani e con Luchino Visconti.

La mostra si pone il compito di tessere il filo tra l’artista e l’uomo per restituire a tutto tondo il genio Salvador che ha saputo creare dalle sue bizzarrie caratteriali e biografiche un universo affascinante e suggestivo di immagini plastiche e letterarie davvero uniche.

Montse Aguer-Lea Mattarella

——————————————————————————–
ORARIO 
aperto tutti i giorni Lunedì-Giovedì: 9.30-18.30; Venerdì Sabato 9.30-22.30; Domenica 9.30-19.30
——————————————————————————–
TARIFFE 
l’ingresso € 12
ridotto € 8,50

Creative Commons License
This work by Francesco Ficetola is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.
Based on a work at www.francescoficetola.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.francescoficetola.it/2012/02/28/mostra-di-salvador-dali-a-roma/.

“Una vita a colori”: gli acquerelli di Marcel

Ecco che vi consiglio un appuntamento, dell’artista Marcel Gorgone:

Una vita a colori” – gli acquerelli di Marcel.
Performances degli artisti internazionali: Adrian Kaye, Maxim Blakhov, Sami Jabbara. Con la presenza del giovane Edoardo Ruggiero e di Habiba Maana.
La “Casa di Marcel” nelle fotografie di Ben Tari.

Dove? Bras cafè – piazza Navona 2 (Museo Braschi)

Quando? Sabato 18 Febbraio alle ore 20.30 fino a sabato 25 febbraio 2012 alle ore 23.30

Altre informazioni:
  • L’ingresso è da Piazza Navona 2
  • L’ingresso è libero, chi vuole può anche prendere un aperitivo e cenare al Bras cafè
  • Le performances degli artisti saranno solo il 18 febbraio
  • La serata di chiusura sarà il 25 febbraio