[07.07.2018] Il mio matrimonio

Il 07 Luglio 2018 io e la mia Lei ci siamo sposati.

Auguro a noi una lunga e felice vita insieme! 🙂

Creative Commons License
This work by Francesco Ficetola is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.
Based on a work at www.francescoficetola.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.francescoficetola.it/?p=2885.

[Libro] Presentazione Libro “Calabritto nel 1755” il 28 Dicembre 2017 a Calabritto

Evento a cura della redazione de LuBannaiuolu, trasmesso in diretta streaming su Radio Calabritto

Appuntamento: 28 Dicembre 2017 ore 18,30 presso la Sala Consiliare del Comune di Calabritto

Interverranno:

  • Dott. Fabio Paolucci (Autore)
  • Dir. Arturo Bascetta (Editore)
  • Prof. Gelsomino Centanni (Sindaco)
  • Prof.ssa Luisa Severino (Assessore alla Cultura)
  • Prof. Giuseppe Sierchio (storico dell’arte)
  • Ing. Francesco Ficetola
  • Dott.ssa Gerardina Ficetola
  • Dott. Gelsomino Del Guercio (Giornalista – Moderatore)

Il libro “Calabritto nel 1755” è uno studio attento del Catasto Onciario di Calabritto, redatto per ordine di Carlo III di Borbone, il quale il 17 marzo 1741 diede avvio a questo grande progetto di censimento dei beni in tutto il Regno di Napoli.
Nel testo vengono riportate tutte le rivele (dichiarazioni dei redditi) di tutte le famiglie calabrittane, descrivendo uno ad uno tutti i nuclei familiari nelle loro composizioni e nelle proprietà che i capifamiglia possedevano.

Lo studio analitico del Catasto Onciario di Calabritto consente di approfondire aspetti sociali ed economici della vita del paese nel Settecento.
Attraverso l’analisi dei cognomi tipici del luogo e già attestati nel Settecento è possibile ricostruire un profilo storico e genealogico di tutte le famiglie di Calabritto.

Il libro fa parte della Collana Catasti Onciari del Regno di Napoli, edito da ABE – Arturo Bascetta Edizioni di Avellino.

Della stessa collana è il libro “Quaglietta nel 1754”, del quale si farà cenno e che sarà disponibile al pubblico la sera dell’evento.

Locandina Presentazione
Titolo: Locandina Presentazione "Calabritto nel 1755" (0 click)
Etichetta:
Filename: locandina-paolucci-2-2.pdf
Dimensione: 1 MB

Locandina Presentazione Libro "Calabritto nel 1755"

 

[Libro] “Calabritto nel 1755” di Fabio Paolucci

Fabio Paolucci, Calabritto nel 1755, ABE, Avellino 2017

Collana: “Catasti Onciari del Regno di Napoli”

CASA EDITRICE: ABE – Arturo Bascetta Edizioni di Avellino

 

Il libro “Calabritto nel 1755” è uno studio attento del Catasto Onciario di Calabritto, redatto per ordine di Carlo III di Borbone, il quale con le “istruzioni” emanate dalla Regia Camera della Sommaria di Napoli il 17 marzo 1741 diede avvio a questo grande progetto di censimento dei beni in tutto il Regno di Napoli.

Anche l’Università di Calabritto (l’Universitas era l’antico Comune), che era in Principato Citeriore, rispose all’appello insieme a tutte le altre città, terre e casali del Regno, ultimando nel 1755 la “confezione” del suo catasto, detto Onciario in quanto la valutazione dei patrimoni sia immobiliari che da bestiame o finanziari, veniva stimata in base all’unità monetaria teorica di riferimento, l’oncia, corrispondente a sei ducati.

Il Catasto Onciario di Calabritto è composto da ben 5 volumi manoscritti, che comprendono gli “Atti preliminari”, ossia tutti gli atti che riguardano l’organizzazione dei lavori per la redazione del Catasto, dai bandi pubblicati da “Sindico” ed “Eletti” ai verbali dei “pubblici parlamenti” nella piazza per le nomine dei deputati e degli apprezzatori, le “rivele” che erano una sorta di dichiarazione dei redditi fatta da ogni capofamiglia, l’ “apprezzo”, ossia la valutazione di tutti i beni dichiarati, ed il “catasto onciario” vero e proprio, in cui è riportata per ogni capofamiglia la tassazione in once.

L’autore ha studiato approfonditamente tutte le parti che compongono questo preziosissimo documento storico, il cui originale è conservato presso l’Archivio di Stato di Napoli, nel fondo della Regia Camera della Sommaria (buste 4087-4091).

Tutte le “rivele” con le relative tasse in once sono state analizzate meticolosamente, una ad una, e trascritte in sintesi in una completa Appendice Documentaria: ben 345 famiglie, 33 vedove e vergini in capillis (ossia le donne di età maritabili non sposate), i “forastieri abitanti laici” ed i “forastieri bonatenenti” non abitanti, diverse chiese, cappelle e congreghe, nonché una decina di parroci formavano la popolazione di Calabritto nella metà del Settecento.

Dopo una breve introduzione storica, nel capitolo unico introduttivo, diviso in 5 paragrafi (1. “La confezione del General Catasto nella Terra di Calabritto”; 2. “Mestieri, professioni e società”, 3. “I cognomi”; 4. “I luoghi di Calabritto nel Catasto Onciario”; 5. “I luoghi pii”), viene descritta la società calabrittana della metà del Settecento sotto tutti gli aspetti, da quello socio-culturale a quello più strettamente urbanistico (toponomastica e localizzazione delle contrade), con una descrizione delle antiche contrade che formavano il borgo.

Segue una dettagliata Appendice Documentaria in cui l’autore ha riportato tutte le “rivele” (dichiarazioni dei redditi) di tutte le famiglie calabrittane, descrivendo uno ad uno tutti i nuclei familiari nelle loro composizioni e nelle proprietà che i capifamiglia possedevano.

Un esempio di rivela, estrapolata dal libro, è il seguente: «Il bracciale Antonio Perna di Giuseppe di 40 anni abita in casa propria a San Pietro e possiede 4 pecore, un somaro, vigne alle Saude, alle Fosse e alla Serra, un terreno seminatorio alle Caldare, un castagneto alla Valle di Vitale e un oliveto alle Coste dell’Ogliaro. Vive con la moglie Rosa Castagno di 36 anni e con i figli Silvestro lattante, Angela in capillis di 8 anni e Catarina di 5 anni. Nella stessa casa vive pure il fratello Pasquale Perna bracciale di 24 anni».

Lo studio analitico del Catasto Onciario di Calabritto ha consentito di approfondire aspetti sociali ed economici della vita del paese nel Settecento. Poche famiglie agiate dimostrano la presenza di un notabilato locale con notevole potere economico in una società divisa rigorosamente nei tre ceti “de’ Civili”, “de’ mediocri” e “degl’inferiori”; l’artigianato era vivace e proficuo, consentendo vere e proprie redditizie attività imprenditoriali come quelle dei “sartori”, degli “scarpari” e dei “barilari” (produttori di barili).

Infine, attraverso l’analisi dei cognomi tipici del luogo e già attestati nel Settecento è possibile ricostruire un profilo storico e genealogico di tutte le famiglie di Calabritto. Tra i cognomi più diffusi all’epoca, troviamo: Spatola, Centanni, Del Guercio, Rizzolo, Gonnella, Mattia, Raimo, D’Alessio, Grillo, Parisi, Perna, Ficetola, Megaro, Corbo, Quartuccio, Viscido, Burdo, Calcagno, Castagno, Filippone, Moretto, Zecca, Cardellicchio, Del Plato, Di Marco, Dragonetto, Gigante, Lione, Pucillo, Vetracchio, Carluccio, Di Gregorio, Di Nicola, Di Popolo, Di Trolio e Farella.

Il testo verrà presentato a Calabritto durante il periodo natalizio, in data da definire, insieme ad un altro libro sul Catasto Onciario di Quaglietta, opera degli autori Del Bufalo e dello stesso editore Bascetta.

 

BIOGRAFIA AUTORE:

FABIO PAOLUCCI (Salerno, 1982) – Appartenente ad antica famiglia di Colle Sannita (BN), è ricercatore storico presso l’Archivio del Capitolo di San Pietro in Vaticano, archivista, saggista e giornalista pubblicista. Laureato con lode in ‘Beni Culturali’ e in ‘Gestione e conservazione del patrimonio archivistico e librario’, si è specializzato in ‘Archivistica, Paleografia e Diplomatica’ presso la Scuola dell’Archivio di Stato di Napoli.

Tra le sue pubblicazioni: La famiglia Di Popolo da Calabritto. Storia, genealogia e documenti di un’antica famiglia contadina irpina (Boopen, 2010), Le famiglie campane. Tra storia, genealogie e personaggi illustri (Kairós, 2012), Francesco Flora. Le radici, l’uomo, la storia (Fausto Fiorentino Editrice, 2012) e quattro volumi per il Capitolo di San Pietro in Vaticano sulle epigrafi pagane e cristiane dell’area vaticana (ECV – Edizioni del Capitolo Vaticano, 2013-2015). Ha già pubblicato, per la presente collana Catasti Onciari del Regno di Napoli, i volumi Colle Sannita nel 1742, Praiano nel 1752 e Reino nel 1753 (ABE 2017). Sono in preparazione i testi sui Catasti Onciari di Nereto (TE), Cetara (SA) e Bonito (AV).

 

"Calabritto nel 1755" - Copertina del Libro

Premio FORUM PA 2017: 10×10 = cento progetti per cambiare la PA

Al FORUM PA 2017 sono stati presentati i vincitori del “Premio FORUM PA 2017: 10×10 = cento progetti per cambiare la PA”. La mia azienda, l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (IPZS), ha partecipato con il progetto “BusinessContinuity, Disaster Recovery & Cyber Physical Security Center“, posizionandosi tra i primi 5 vincitori del premio. Personalmente ho partecipato attivamente all’iniziativa progettuale denominata “CYPSEC” (Cyber Physical Security Center), che prevede la realizzazione di una Centrale Operativa per il monitoraggio, il controllo e l’incident detection/response degli eventi di sicurezza logica e fisica, in grado di individuare le vulnerabilità e gestire le situazioni di pericolo.

Tale riconoscimento gratifica e premia il lavoro fatto insieme ai miei colleghi.

Di seguito gli abstract del progetto e il riconoscimento conferito ad IPZS:

Forum PA Challenge 2017 - IPZS - BC, DR e CYPSEC

Forum PA Challenge 2017 - CYPSEC
Titolo: Forum PA Challenge 2017 - CYPSEC (0 click)
Etichetta:
Filename: premioforumpa-ipzs-bcdrcypsec-170414102933-1.pdf
Dimensione: 693 KB

FORUM PA 2017: Premio IPZS

Riferimenti:

[ECODAY] La giornata ecologica a Calabritto – ECODAY 2016

Il giorno 26 Agosto scorso si è tenuta la 3° Edizione dell’ECODAY a Calabritto, una giornata ecologica organizzata insieme agli amici de @LuBannaiuolu, della @Comunità Parrocchiale Calabritto e di @MarcusAntonius Russus LoScrigno Quaglietta, con il patrocinio del Comune di Calabritto.

https://www.facebook.com/events/1766324133644762/

L’evento ha avuto l’obiettivo di sensibilizzare il problema della pulizia delle aree verdi delle nostre montagne e ripulirle dall’immondizia lasciata da gente noncurante. Purtroppo, la partecipazione all’evento da parte dei giovani di Calabritto è stata scarsa (come nella passata edizione del 2011 è stata ammirevole la presenza dei Quagliettani).

Nelle aree dove siamo intervenuti abbiamo trovato di tutto, dai rifiuti da pic-nic a materiale ingombrante. Vere discariche a cielo aperto, nei boschi del Parco Regionale dei Monti Picentini. Dopo il tanto lavoro, abbiamo pranzato tutti insieme al Gaudo e, nonostante eravamo pochi, lo spirito dell’iniziativa e la voglia di divertirsi non sono mancati.

L’album delle foto dell’Ecoday sono state caricate su Facebook a questo link: Foto ECODAY 2016

ECODAY 2017

14086380_1094246387334106_5205499631721966594_o

[Storia&Folklore] Quaglietta Ieri & Oggi (di Dina Ficetola)

Sono orgoglioso di pubblicizzare la presentazione del testo storico “Quaglietta Ieri e Oggi” di mia sorella, la dott.ssa Dina Ficetola.

L’evento si terrà Domenica 3 gennaio ore 19.00 presso la Chiesa Santa Maria del Carmine di Quaglietta. Il lavoro, condotto con costanza, pazienza e grande impegno, è un grande regalo per la Comunità del nostro paese, soprattutto per la frazione Quaglietta, perché tiene vivi la memoria, le tradizioni e il folklore di un popolo la cui storia è stata davvero ricca. Opera di memoria e storia da tramandare alle generazioni future.

Quaglietta_Ieri&Oggi_Locandina

Quaglietta_Ieri&Oggi_Presentazione

Quaglietta_Ieri&Oggi_Presentazione
Titolo: Quaglietta_Ieri&Oggi_Presentazione (0 click)
Etichetta:
Filename: quaglietta_ierioggi_presentazione.pdf
Dimensione: 516 KB

 

[Race for children] Corse e passeggiata non competitiva MonteSacro-Valle dell’Aniene

Domenica 10 Maggio 2015 si svolgerà l’evento Race for Children, una corsa di 12 km (cross) e passeggiata di 2 km in zona Montesacro e nella Riserva Naturale della Valle dell’Aniene.

Race for Children 2015

Il ritrovo è alle ore 7.30 presso la Pineta di Ponte Nomentano. La partenza è alle ore 9.30 presso Piazza Sempione. La quota di iscrizione è di 10 euro (con pacco gara e t-shirt tecnica), sia per la corsa che per la passeggiata, interamente devoluti al progetto “Una casa per i i bimbi“.

Iscrizioni presso ItalSport, via di Priscilla 73 oppure la mattina della corsa entro le 8,30.

Link al sito dell’evento: www.robertaforchildren.org

Di seguito il percorso della corsa.


Mappa Race for Children 2015

iParcheggiatori: estratto dell’intervista ad Antonio Puledda sul funzionamento dell’app

Estratto dell’intervista all’amico Antonio Puledda in cui spiega, alla trasmissione “diMartedì” in onda su La7 il 18 Novembre scorso, il funzionamento dell’app iParcheggiatori. So soddisfazioni! 🙂

iParcheggiatori: intervista su La7

LuBannaiuolu.net compie 7 anni: lo festeggiamo con LuBannApp per Android

lubannapp-androidLa Community online di Calabritto e Quaglietta, LuBannaiuolu.net, ha compiuto 7 anni lo scorso 10 gennaio. Per celebrare l’occasione, un amico dei Bannaiuolesi ci ha regalato l’app LuBannApp per Android. Finalmente, a distanza di poco più di due anni dalla pubblicazione dell’app per i dispositivi iOs, è arrivata anche quella per i device degli “androidiani”.

Ringrazio, a nome di tutta la Community, Giuseppe Straziota che, con la passione e la volontà, ci ha fatto questo bellissimo regalo!

Vi riporto i link per il download da Play Store (Android) e da Apple Store (iOs):

Ecco la descrizione delle funzionalità de LuBannApp:

LuBannApp è l’applicazione mobile de LuBannaiuolu.net, la Community online di Calabritto e Quaglietta. L’applicazione consente di avere informazioni sugli eventi, le manifestazioni, i fatti di cronaca della Gemma dell’Irpinia e del Borgo. Consente di navigare nel forum e nella gallery, di visualizzare i giornalini e contattare la redazione.

Ecco nel dettaglio le funzionalità previste:

  • Navigazione del forum: visualizzazione dei topic e dei post degli utenti, suddivisi per board;
  • Visualizzazione delle ultime 20 news;
  • Visualizzazione delle foto nella Gallery, suddivise in sezioni;
  • Lettura dei numeri del giornalino, suddivisi per anno;
  • Informazioni sulla redazione e sui contatti

Scarica l’applicazione LuBannApp e iscriviti al sito www.lubannaiuolu.net!

L’applicazione verrà migliorata ed aggiornata periodicamente. Dacci un tuo feedback, ma evita recensioni negative, visto che è free!

ATTENZIONE: L’applicazione necessita di una connessione ad Internet!

lubannapp-android5 lubannapp-android4 lubannapp-android3 lubannapp-android2 lubannapp-android

Tanti auguri di un Buon 2014!

Ultimo post dell’anno 2013. Un buon anno tutto sommato, con non poche preoccupazioni e paure, ma soprattutto gioie, nuovi stimoli e voglia di mettersi in gioco. Lo definirei proprio così l’anno che sta per passare: “un anno in cui mi sono messo in gioco“, sia dal punto di vista lavorativo che personale.

Sono soddisfatto delle esperienze avute finora, delle persone incontrate, delle cose che ho imparato. Sono ancora più affascinato da quello che c’è ancora da imparare, da vedere, da tutto un mondo che mi circonda.

Auguro a tutti quelli a cui voglio bene di stare sempre in salute, di essere sempre soddisfatti e felici. Non desidero altro. Spero che il 2014 porti a tutti tanta tranquillità, con qualche segno di ricrescita da questa crisi assurda, e che sia l’anno in cui i giovani tutti abbiano un lavoro che gli permetta di vivere e sperare.

Buon anno!

buon-anno-tutte-lingue

Creative Commons License
This work by Francesco Ficetola is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.
Based on a work at www.francescoficetola.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.francescoficetola.it/2013/12/31/tanti-auguri-di-un-buon-2014/.