[JSON] La specifica JSON-RPC 2.0: alcuni client iOs


masthead-jsonrpc2base
Esiste una specifica alquanto diffusa per la distribuzione di servizi RESTful, con l’ovvio formato di interscambio JSON, nota come JSON-RPC 2.0.

Pe le caratteristiche di dettaglio di questa specifica vi rimando al sito ufficiale: http://www.jsonrpc.org/specification 

In breve, JSON-RPC non è altro che un protocollo per la chiamata di procedure remote, dove è possibile passare al servizio anche oggetto complessi ed avere in output dati multipli. La descrizione del servizio (una sorta di WSDL) è ben definita, come anche i codici di errore e di successo restituiti dalla chiamata. In sintesi, non è altro che un “modo” per la scrittura di servizi RESTful secondo un certo standard.

La cosa interessante è che il servizio remoto viene interrogato tramite i comuni protocolli HTTP o TCP/IP e la serializzazione degli oggetti di output avviene in formato JSON. Una richiesta di servizio è una chiamata a un metodo specifico e che contiene le seguenti proprietà:

  • method – una stringa con il nome del metodo da invocare.
  • params – un array di oggetti da passare come parametri al metodo definito.
  • id un valore di qualsiasi tipo, che viene utilizzato per abbinare la risposta alla richiesta

Esempio:  {“jsonrpc”: “2.0”, “method”: “subtract”, “params”: [42, 23], “id”: 1}

json-rpc2.0 Per poter richiamare questi servizi da un’app mobile iOs, ho provato i seguenti client:

Esiste anche la possibilità di richiamare i servizi JSON-RPC in “modalità nativa”, come descritto da questo tutorial:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code