[iOS] Apple Store Review Guidelines: la dura “strada” per l’approvazione delle nostre app

Per poter pubblicare la propria app su Apple Store, occorre affrontare il duro processo di approvazione Apple (review). Non è semplice superarlo, ma prima di iniziare a sviluppare un’app occorre prima capire se quello che si vuol realizzare è compatibile con le linee guida (App store Review Guidelines). Infatti, una app su iOs non sempre è realizzabile. Per esempio, non si possono pubblicare app che visualizzano semplicemente una pagina web o una lista di link. Oppure non potete pubblicare un catalogo di articoli o contenuti a pagamento, acquistandoli su un sito web esterno cliccando magari su un bottone “Compra” disponibile nell’app. Inoltre, devono essere considerate anche utili e seguire il “look and feel” di Apple.

Quindi, prima di iniziare a sviluppare un’app, leggete attentamente le linee guida di Apple, di cui riporto la traduzione di quelle disponibili adesso (al Luglio 2012), ma che subiscono continue modifiche, come dice Apple, in base alle app che vengono man mano approvate e alle situazioni che fanno evolvere anche il modo in cui validarle. Vi invito, dunque, a riferirvi alle linee guida aggiornate sul sito della Apple –>; App store Review Guidelines

NOTA. La traduzione è una mia interpretazione. Non corrisponde letteralmente alle frasi riportate nelle linee guida Apple, in quanto si è fatto un lavoro di trasposizione dai termini tecnici in lingua madre e l’italiano. Mi scuso per eventuali inesattezze.

Il processo di approvazione delle app assicura che le applicazioni possano essere distribuite funzionanti, performanti e libere da materiale esplicitamente offensivo o vietato. Le app vengono testate una per una dal team di Apple, dal punto di vista tecnico, di contenuto e di criteri di design. I vari punti che occorre rispettare vengono inseriti nelle App Store Review Guidelines.

In questo articolo, mi concentro solo sulle linee guide di approvazione delle app (su iOS). Esistono anche quelle da rispettare per la distribuzione dei programmi su sistema operativo MacOS (App Store Review Guidelines for Mac OS X apps), ma non sarà oggetto di questo post.

Consiglio. Quando sottoponete la vostra app, nel pannello di iTunesConnect e nelle informazioni relative alla versione che intendete pubblicare, compilate anche la sezione opzionale Review Notes, spiegando ad Apple del perché delle vostre scelte di progettazione o per evidenziare delle funzionalità presenti nella vostra app.

;

App store Review Guidelines (Luglio 2012)

Introduzione. Siamo lusingati che voi vogliate investire il vostro talento e tempo nello sviluppo di applicazioni per iOs. Questa esperienza è stata gratificante – sia professionalmente che economicamente – per decine di migliaia di sviluppatori e vogliamo aiutarvi a partecipare a questo gruppo di successo. Abbiamo pubblicato le nostre App Store Review Guidelines nella speranza di aiutarvi nello sviluppo della vostra applicazione e a velocizzare il processo di approvazione qualora sottomettete la vostra app alla nostra revisione.

Non vengono accettate nell’Apple Store, app con determinati contenuti per i seguenti motivi:

  • le app vengono scaricate da un pubblico non adulto e i “parental control” potrebbero non funzionare a meno che i genitori non istruiscano i loro figli (e molti non lo fanno), così teniamo d’occhio i contenuti affinché possano essere scaricati in modo sicuro da questo pubblico non adulto;
  • esistono oltre 350.000 applicazioni in App Store e, se la vostra app non fa qualcosa di utile o fornisce qualche forma di intrattenimento, non la accettiamo;
  • se la vostra app sembra che sia stata messa su in pochi giorni o riteniamo sia un primo esperimento per impressionare i vostri amici, preparatevi a vedervela rifiutata. Abbiamo un sacco di sviluppatori seri che non vogliono che le loro applicazioni di qualità vengano circondate da dilettanti;
  • verranno rifiutate app con qualsiasi contenuto o comportamento che crediamo siano oltre la linea. Quale linea, vi chiederete? Beh, come una Corte Suprema di Giustizia: “Lo saprò quando lo vedrò”. E pensiamo che anche voi lo saprete quando lo vedrete;
  • se la vostra applicazione viene rifiutata, abbiamo una Review Board a cui fare appello;
  • se si tenta di ingannare il sistema (per esempio, cercando di ingannare il processo di revisione, rubare dati degli utenti, copiare il lavoro di un altro sviluppatore o manipolare i voti), le applicazioni verranno rimosse dallo store e sarete espulsi dal programma di sviluppo
  • questo è un documento in continua revisione e nuove apps potrebbero dover rispondere a nuove domande in qualsiasi momento. La vostra app, per essere approvata, deve rispondere a questo documento.

Infine, amiamo troppo quello che facciamo, e onoriamo quello che fate. Facciamo del nostro meglio per creare la migliore piattaforma in tutto il mondo, per mettervi in condizione di esprimere il vostro talento e migliorarvi la vita. Se suona come se fossimo maniaci del controllo, beh forse è perché siamo così impegnati ad offrire ai nostri utenti un servizio di qualità attraverso i nostri prodotti. Proprio come fareste voi.

1. Termini e condizioni

  • 1.1 In quanto sviluppatore di applicazioni per l’Apple Store, devi aderire e rispettare i termini del Program Licence Agreement (PLA), le Human Interface Guidelines (HIG) e qualsiasi altra licenza o contratto tra te ed Apple. Le seguenti regole ed esempi devono essere intese come supporto all’accettazione della tua app nell’App Store, senza modificare o eliminare le disposizione da qualsiasi altro accordo

2. Funzionalità

  • 2.1 Le apps che crashano non vengono accettate
  • 2.2 Le apps che presentano bug non vengono accettate
  • 2.3 Le apps che non forniscono le funzionalità dichiarate preventivamente dallo sviluppatore non verranno accettate
  • 2.4 Le apps che includono funzionalità non documentate o nascoste, inconsistenti con la descrizione fornita, non vengono accettate
  • 2.5 Le apps che usano API non pubbliche non verranno accettate
  • 2.6 Le apps che leggono o scrivono dati all’esterno della “container area” designata non verranno accettate
  • 2.7 Le apps che scaricano codice in qualsiasi modalità o forma non vengono accettate
  • 2.8 Le apps che installano o lanciano altro codice eseguibile non vengono accettate
  • 2.9 Le apps che sono in versione “beta, “demo”, “trial” o “test” non vengono accettate
  • 2.10 Le apps per iPhone devono anche poter essere eseguite su iPad senza modifiche, alla risoluzione prevista per iPhone e alla risoluzione 2X di iPhone 3GS
  • 2.11 Le apps che duplicano apps già presenti su Apple Store possono essere rigettate, in particolare se ce ne sono molte dello stesso genere, come torcia elettrica, Kamasutra, …
  • 2.12 Le apps che non siano particolarmente usabili, che siano semplici siti web incorporati nell’app o che non forniscano nessun valore di intrattenimento possono essere rigettate
  • 2.13 Le apps che presentano primariamente materiale di marketing o di pubblicità (advertisements) non vengono accettate
  • 2.14 Le apps che sono destinate a fornire trucchi o funzionalità “fake”, che non sono chiaramente contrassegnate come tali, non vengono accettate
  • 2.15 Le apps più grandi di 20MB non saranno scaricate da rete cellulare (è automaticamente proibito da Apple Store)
  • 2.16 Le apps multitasking possono usare solo servizi di background per le finalità previste: VoIP, audio playback, location, task completion, local notifications, ecc.
  • 2.17 Le apps che permettono la navigazione su web devono usare l’iOS Web Framework e WebKit Javascript
  • 2.18 Le apps che incoraggiano il consumo di alcolici o di sostanze illegali, o incoraggiano i minori al consumo di alcool e sigarette, non vengono accettate
  • 2.19 Le apps che forniscono dati diagnostici di dispositivo errati e non accurati non vengono accettate
  • 2.20 Gli sviluppatori che inviano “spam” di più versioni di apps simili ad App Store vengono rimossi dall‘iOS Developer Program
  • 2.21 Le apps che consistono di una semplice canzone o video possono essere inviate su iTunes Store. Le apps che consistono semplicemente di un libro può essere inviata su iBookStore
  • 2.22 Le apps che arbitrariamente discriminano quali utenti possono usarla non vengono accettate
  • 2.23 Le apps che non seguono le iOS Data Storage Guidelines non vengono accettate
  • 2.24 Le apps che offrono le Newsstand (Edicole) devono essere conformi agli schedules 1, 2 e 3 del Developer Program License Agreement o non vengono accettate

3. Metadati (nomi, descrizioni, ranking, rating, ecc.)

  • 3.1 Le apps o i metadati che menzionano il nome di altre piattaforme mobile non vengono accettate
  • 3.2 Le apps con “placeholder text” (testo di esempio) non verranno accettate
  • 3.3 Le apps con descrizioni non rilevanti al contenuto e alle funzionalità dell’applicazione non vengono accettate
  • 3.4 Il nome dell’app in iTunes Connect e quella mostrata sul dispositivo devono coincidere, in modo da non creare confusione
  • 3.5 Le icone (grandi e piccole) dell’app devono coincidere, per non creare confusione
  • 3.6 Le apps con le icone e gli screenshot che non aderiscono al “4+ age rating” (materiale scaricabile a partire dall’età di 4 anni) non vengono accettate
  • 3.7 Le apps con Genere e Categoria che non sono appropriate per il contenuto previsto non vengono accettate
  • 3.8 Gli sviluppatori sono responsabili dell’assegnazione dell’appropriato rating (punteggio per indicare la fascia di età consigliata per il contenuto offerto) delle loro apps. Rating inappropriati possono comportare la modifica o la cancellazione da parte di Apple
  • 3.9 Gli sviluppatori sono responsabili dell’appropriata assegnazione delle keywords per le loro apps. Keywords non appropriate possono essere modificate o cancellate da Apple
  • 3.10 Gli sviluppatori che tentano di manipolare o ingannare i commenti o il posizionamento nell’App Store con commenti falsi o comprati, o qualsiasi altro metodo non appropriato, vengono rimossi dall‘iOS Developer Program
  • 3.11 Le apps che raccomandano gli utenti di restartare i loro iOS device prima dell’installazione o dell’avvio possono non essere accettate
  • 3.12 Le apps devono avere tutte le URL incluse completamente funzionanti, quando vengono inviate in approvazione, come le URL di supporto o di privacy policy

4. Location

  • 4.1 Le apps che non notificano o che non ottengono il consenso dell’utente prima di raccogliere, trasmettere o usare i dati di localizzazione non vengono accettate
  • 4.2 Le apps che usano API “location-based” per controllare automaticamente o autonomamente veicoli, aerei o altri dispositivi non vengono accettate
  • 4.3 Le apps che usano API “location-based” per servizi di spedizione o di emergenza non vengono accettate
  • 4.4 I dati di localizzazione possono essere usati solo quando direttamente rilevanti alle funzionalità e ai servizi messi a disposizione dall’app all’utente

5. Push Notification

  • 5.1 Le apps che forniscono la funzionalità di Push Notifications senza usare le Apple Push Notification (APN) API non vengono accettate
  • 5.2 Le apps che usano il servizio APN senza ottenere un Push Application ID da Apple non vengono accettate
  • 5.3 Le apps che usano le Push Notifications senza prima ottenere il consenso dell’utente non vengono accettate
  • 5.4 Le apps che mandano informazioni personali o confidenziali usando le Push Notifications non vengono accettate
  • 5.5 Le apps che usano le Push Notifications per inviare messaggi non richiesti, o a scopo di phishing o spamming, non vengono accettate
  • 5.6 Le apps non possono usare le Push Notification per mandare messaggi pubblicitari, promozionali o di marketing di nessun tipo
  • 5.7 Le apps non possono richiedere un addebito agli utenti per l’utilizzo delle Push Notifications
  • 5.8 Le apps che usano eccessiva capacità di network o di banda del servizio APN o del dispositivo con l’utilizzo delle Push Notifications non vengono accettate
  • 5.9 Le apps che trasmettono virus, file, codici o programmi che possono danneggiare o disturbare il normale funzionamento del servizio APN vengono respinte

6. Game Center

  • 6.1 Le apps che mostrano qualsiasi Player ID agli utenti finali o a terze parti non vengono accettate
  • 6.2 Le apps che usano i Player ID per qualsiasi uso che non sia approvato dai termini di Game Center non vengono accettate
  • 6.3 Gli sviluppatori che tentano con una ricerca inversa, di tracciare, associare o scoprire il Player ID, gli alias o altre informazioni di un giocatore, ottenute dal Game Center, vengono rimossi dall‘iOS Developer Program
  • 6.4 Le informazioni del Game Center, come i punteggi dei Leaderboard, possono essere utilizzati solo in apps approvate per l’utilizzo con Game Center
  • 6.5 Le apps che utilizzano il servizio Game Center per inviare messaggi indesiderati o per finalità di phishing o spamming vengono respinte
  • 6.6 Le apps che fanno un uso eccessivo della capacità di rete o di banda del Game Center non vengono accettate
  • 6.7 Le apps che trasmettono virus, file, programmi o codici e che possono comportare un funzionamento anomalo delle normali operazioni del Game Center, non vengono accettate

7. iAD

  • 7.1 Le apps che aumentano “artificialmente” il numero di impressioni o i click-through degli annunci non vengono accettate
  • 7.2 Le apps che contengono iAd banners vuoti non vengono accettate
  • 7.3 Le apps che sono progettate principalmente per la visualizzazione di annunci vengono respinte

8. Trademarks e trade dress

  • 8.1 Le apps devono rispettare tutti i termini e le condizioni spiegate nelle linee guida per l’utilizzo dei marchi e dei copyright Apple e dell’Apple Trademark List
  • 8.2 Le apps che menzionano Apple come fornitore o produttore dell’app e di qualsiasi rappresentazione particolare che riguardi la sua qualità o funzionalità non vengono accettate
  • 8.3 Le apps che sembrano confondibili con i prodotti Apple esistenti o un tema pubblicitario non vengono accettate
  • 8.4 Le apps che menzionano nomi di prodotti Apple nelle app name (per esempio, GPS for iPhone, iTunz, ecc.) vengono respinte
  • 8.5 L’uso di materiale protetto da terze parti (marchi, copyright, segreti commerciali, contenuti con proprietà intellettuale) richiedono un controllo documentato dei diritti che devono essere forniti su richiesta
  • 8.6 Google Maps e immagini di Google Earth ottenute tramite le Google Maps API possono essere utilizzate all’interno di un’app se tutte le caratteristiche del marchio del contenuto originale rimangono inalterate e pienamente visibili. Le app che coprono o modificano il logo Google, o l’identificativo dei titolari del diritto di autore, non vengono accettate

9. Contenuti multimediali

  • 9.1 Le apps che non utilizzano il MediaPlayer Framework per l’accesso ai contenuti multimediali nella Music Library non vengono accettate
  • 9.2 Le apps con interfaccia utente che imitano qualsiasi interfaccia iPod non possono essere accettate
  • 9.3 Le apps con contenuto in streaming su una rete cellulare non possono consumare più di 5 MB in 5 minuti
  • 9.4 I contenuti video in streaming su una rete cellulare di durata di più di 10 minuti devono usare HTTP Streaming Live e includere una baseline “64 kbps audio-only HTTP Live stream

10. Interfaccia utente

  • 10.1 Le apps devono rispettare tutti i termini e le condizioni espresse nel documento Apple iOS Human Interface Guidelines
  • 10.2 Le apps che hanno un “look” simile alle apps preinstallate in iPhone, incluse App Store, iTunes Store e iBookStore, non vengono accettate
  • 10.3 Le apps che non usano gli elementi messi a disposizione dal sistema in modo corretto, come bottoni e icone, così come descritto nelle Apple iOS Human Interface Guidelines, non vengono accettate
  • 10.4 Le apps che creano ambienti desktop/home che si alternano o simulano widget multi-app non vengono accettate
  • 10.5 Le apps che alterano le funzioni degli standard switches, come il controllo Volume e Suoneria/Vibrazione, non vengono accettate
  • 10.6 Apple e i suoi clienti considerano importante la realizzazione di interfacce semplici, creative e ben rifinite. Questo comporta parecchio lavoro, ma che viene ben ripagato. Se la tua interfaccia utente è complessa o poco usabile, non viene accettata

11. Acquisti (In-App Purchases) e denaro

  • 11.1 Le apps che bloccano o abilitano funzionalità addizionali o funzionalità con meccanismi che non siano quelli di App Store non vengono accettate
  • 11.2 Le apps che utilizzano un sistema differente dalle In App Purchase API (IAP) per acquistare contenuti, funzionalità o servizi nell’app, non vengono accettate
  • 11.3 Le apps che usano IAP per acquistare bonus o prodotti reali (fisici) e servizi esterni all’applicazione non vengono accettate
  • 11.4 Le apps che usano IAP per acquistare crediti o denaro devono consumare questi crediti all’interno dell’applicazione
  • 11.5 Le apps che usano IAP per acquistare crediti o denaro che scadono non vengono accettate
  • 11.6 I content subscription (sottoscrizioni) che usano IAP devono avere una durata minima di 7 giorni e devono essere resi disponibili agli utenti in tutti i loro iOS device
  • 11.7 Le apps che usano IAP per acquistare articoli devono aver assegnato il corretto “Purchasibility type
  • 11.8 Le apps che usano IAP per acquistare accessi a funzionalità “built-in” (caratteristiche native) messe a disposizione da iOS, come fotocamera o giroscopio, non vengono accettate
  • 11.9 Le apps che contengono contenuti o servizi “in affitto” che scadono dopo un certo tempo limite non vengono accettate
  • 11.10 Le applicazioni di beneficenza devono essere gratuite, distribuite rispettando gli accordi legali delle regioni in cui vengono rese disponibili e non possono usare IAP
  • 11.11 In generale, più è costosa la vostra app, più la esamineremo nel dettaglio
  • 11.12 Le apps che offrono sottoscrizioni e abbonamenti lo devono fare usando le IAP ed Apple usa la formula 70/30 (30% va ad Apple) per suddividere i ricavi con lo sviluppatore, in accordo con il Developer Program License Agreement
  • 11.13 Le apps che sono collegate a meccanismi esterni per gli acquisti o le sottoscrizioni per essere usate nell’app, come un bottone “BUY” che redirige ad un sito web in cui acquistare un libro digitale, non vengono accettate
  • 11.14 Le apps possono leggere o riprodurre contenuti (specificamente riviste, giornali, libri, audio, musica e video) ottenuti attraverso sottoscrizione o acquisto al di fuori dall’app, purché l’acquisto stesso non avvenga con un bottone o fornendo un link esterno nell’app per acquistare il contenuto approvato. Apple non chiede porzioni di “revenue” (introiti) per gli acquisti approvati, acquistati o ottenuti con metodi esterni all’app

12. Scraping e aggregazione

  • 12.1 Le applicazioni che effettuano lo scraping (estrazione) di qualsiasi informazione dai siti Apple (per esempio da apple.com, iTunes Store, App Store, iTunes Connect, Apple Developer Programs, ecc.) o aumentano il rankings usando contenuto da siti e servizi Apple, non vengono accettate
  • 12.2 Le applicazioni possono usare i feed RSS Apple approvati come iTunes Store RSS feed
  • 12.3 Le apps che sono semplicemente “web clippings” (ritagli di siti web), aggregatori di contenuto o collezioni di link, non vengono accettate

13. Danni al dispositivo

  • 13.1 Le apps che incoraggiano gli utenti ad usare un Apple Device in modo da causare un suo danneggiamento non vengono accettate
  • 13.2 Le apps che deteriorano rapidamente la durata della batteria o generano eccessivo surriscaldamento non vengono accettate

14. Offese personali

  • 14.1 Le app che diffondono contenuto diffamatorio, offensivo e meschino, suscettibili di porre l’individuo o un gruppo in pericolo, non vengono accettate
  • 14.2 I satiristi politici e gli umoristi professionisti possono essere esenti dal divieto di diffusione di commenti offensivi o meschini

15. Violenza

  • 15.1 Le apps che raffigurano immagini realistiche di persone o animali che vengono uccisi o mutilati, sparati, accoltellati, torturati o feriti, non vengono accettate
  • 15.2 Le apps che raffigurano violenza o abuso su minori non vengono accettate
  • 15.3 I “nemici” rappresentati nel contesto di un gioco non possono rappresentare una razza, cultura, governo o società reali, o qualsiasi altra entità reale
  • 15.4 Le apps che incoraggiano l’uso illecito o sconsiderato di armi non vengono accettate
  • 15.5 Le apps che contengono giochi di roulette russa non vengono accettate

16. Contenuti discutibili

  • 16.1 Le apps che presentano contenuti troppo discutibili o crudeli non vengono accettate
  • 16.2 Le apps che hanno lo scopo principale di turbare o disgustare gli utenti non vengono accettate

17. Privacy

  • 17.1 Le apps non possono trasmettere informazioni degli utenti senza ottenerne un permesso preventivo da parte dell’utente stesso, fornendogli informazioni su come e dove tali sue informazioni verranno utilizzate
  • 17.2 Le apps che richiedono agli utenti di condividere informazioni personali per poter funzionare, come indirizzo email e data di nascita, non vengono accettate
  • 17.3 Le apps che hanno come pubblico minori e che ne raccolgono i loro dati personali non vengono accettate

18. Pornografia

  • 18.1 Le apps che contengono materiale pornografico, o prendendo una definizione del Webster’s Dictionary, con “descrizioni esplicite o immagini di organi sessuali o di attività intese a stimolare l’erotismo piuttosto che i sentimenti estetici o emotivi“, non vengono accettate
  • 18.2 Le apps che contengono contenuti generati dagli utenti che sono frequentemente di natura pornografica (come l’app respinta “Chat Roulette”) non vengono accettate

19. Religione, cultura ed etnia

  • 19.1 Le apps contenenti riferimenti o commenti su una religione, un gruppo culturale o etnico che siano diffamatori, offensivi, meschini o suscettibili di esporre il gruppo a danneggiamenti o violenza, non vengono accettate
  • 19.2 Le apps possono contenere o citare un testo religioso a condizione che le citazioni o traduzioni siano accurate e non fuorvianti. I commenti devono essere educativi o informativi

20. Concorsi e lotterie

  • 20.1 Lotterie e concorsi devono essere sponsorizzati dallo sviluppatore/azienda che ha prodotto l’app
  • 20.2 Le regole ufficiali per lotterie e concorsi devono essere presentate nell’app e devono mettere in chiaro che Apple non è uno sponsor e non è coinvolta nell’attività in nessun modo
  • 20.3 La lotteria o concorso dello sviluppatore deve essere consentita dalla legge e deve possedere le seguenti caratteristiche: “consideration”, “chance”, “premio”
  • 20.4 Le apps che permettono all’utente di acquistare direttamente un biglietto della lotteria attraverso l’app non vengono accettate

21. Donazioni e beneficenza

  • 21.1 Le apps che includono la possibilità di effettuare donazioni ad organizzazioni caritative riconosciute devono essere gratuite
  • 21.2 La raccolta di donazioni deve essere fatta tramite un sito web in Safari o tramite SMS

22. Requisiti legali

  • 22.1 Le apps devono rispettare tutti i requisiti legali in qualsiasi luogo in cui vengono messe a disposizione degli utenti. E’ obbligo dello sviluppatore conoscere e conformarsi a tutte le leggi locali
  • 22.2 Le apps che contengono rappresentazioni false, fraudolenti o fuorvianti non vengono accettate
  • 22.3 Le apps che sollecitano, promuovono o incoraggiano comportamenti criminali o che siano chiaramente sconsiderate non vengono accettate
  • 22.4 Le apps che consentono la condivisione illegale di file non vengono accettate
  • 22.5 Le apps che sono state progettate per essere utilizzate come ausilio a giochi d’azzardo illegali non vengono accettate
  • 22.6 Le apps che permettono telefonate o SMS/MMS anonimi o scherzi telefonici non vengono accettate
  • 22.7 Gli sviluppatori che creano apps che clandestinamente tentano di scoprire le password degli utenti o altri dati personali dell’utente vengono rimossi dal’iOS Developer Program
  • 22.8 Le apps che mostrano i punti patente (DUI checkpoints) che non vengono pubblicati dalle forze dell’ordine, che incoraggiano e consentono la guida in stato di ebbrezza, non vengono accettate

Living document

Questo documento rappresenta il “best efforts” del nostro processo di revisione delle apps su Apple Store e speriamo che sia una guida utile per lo sviluppo e la pubblicazione delle vostre apps. Si tratta di un documento “vivo” che evolve in base alle nuove app e alle situazioni. Esso viene aggiornato periodicamente per riflettere queste modifiche.

Grazie pe raver scelto di sviluppare su iOS. Anche se questo è un documento in cui viene presentata una ricca lista di cosa da non fare, tenete anche in mente la lista (molto più breve) di quello che dovete fare. Soprattutto, unisciti a noi nel tentativo di gratificare gli utenti. Mostrate loro un mondo innovativo e fateli interagire con esso come non avveniva prima. Nella nostra esperienza, gli utenti devono essere soddisfatti sia in termini di funzionalità che di interfaccia utente. Occorre dar loro più di quello che si aspettano, in modo da dargli l’idea di un mondo in cui non sono mai stati primi. Siamo pronti ad aiutarli.

11 pensieri su “[iOS] Apple Store Review Guidelines: la dura “strada” per l’approvazione delle nostre app

  1. 2.13 Le apps che presentano primariamente materiale di marketing o di pubblicità (advertisements) non vengono accettate
    questo punto posso capirlo, ma aziende che cercano di vendere il loro prodotto che hanno quindi già un sito internet, non deve essere un catalogo di vendita online daccordo, ma un qualcosa che spieghi cosa propone l’azienda ai suoi possibili clienti con una rivista digitale questo speriamo sia possibile.
    a presto

    • Ciao Claudio,

      io penso che comunque ci siano casi e casi. Vedi Ebay, Amazon e quante altre grosse società, vendono i loro prodotti sulle app in iOS. Sicuro esistono accordi commerciali tra le parti. Il “pesce piccolo” non interessa ad Apple. Leggi questo articolo che spiega come ha fatto Amazon per bypassare il rispetto dei requisiti Apple sulle in-app purchase: http://www.appisaurus.com/2538-amazon-ios-commission/
      A me personalmente è capitato di non poter realizzare store su app mobile proprio per questo vincolo, visto che i venditori, ovviamente, non vogliono cedere il 30% dei loro introiti ad Apple. Speriamo davvero che sia possibile

  2. una domanda in merito al nome da dare a un’app da lanciare:
    se esiste già un’app nella sezione giochi che si chiama “soccerfive”, posso lanciare un’app col nome “soccer five” (unica differenza lo spazio fra le due parole) che si occupa però di prenotare campi sportivi? verrà sicuramente accettata da Apple?

    grazie mille

    • Ciao Andrea,

      l’app name su Apple Store deve essere univoco e lo spazio è considerato un carattere a tutti gli effetti. A mio parere, “soccer five” e “soccerfive” sono due app name differenti. Ti linko ad una pagina dove si chiarisce la cosa: http://www.quora.com/Can-two-iPhone-apps-have-the-same-name
      Come si legge, in fase di creazione dell’app name e del bundleID sull’account di develop o ItunesConnect, se una app name risulta già registrata, verrà visualizzato il seguente messaggio: “The Application Name that you provided has already been used. Please provide a unique Application Name.”
      Dunque, l’app name viene “disambiguata” prima dell’approvazione, ossia in fase di creazione dei dettagli dell’app su ITunes Connect.
      Prova a crearla nel tuo account di sviluppatore e vedi se esce il suddetto messaggio.
      Ciao

  3. riguardo al punto 11.10 Le applicazioni di beneficenza devono essere gratuite, distribuite rispettando gli accordi legali delle regioni in cui vengono rese disponibili e non possono usare IAP
    il termine corretto è applicazioni assicurative

  4. Ringraziandoti per la celere risposta, ho una domanda in piu da porti sull’univocità del nome:

    la regola vale solo nelle country in cui l’app è presente, o una volta presente in un appstore (es. francia) il nome diventa inaccessibile anche in tutti gli altri ?

    Grazie mille

    • Ciao Andrea, credo proprio che la regola valga sempre, poiché il rilascio di una app su uno Store di una specifica nazione, si attiva/disattiva da iTunesConnect. Di default, l’app viene resa disponibile su tutti gli store con la lingua di default che si è settata o con il “locale” di quella nazione (se predisposta nell’app).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 4 = tre