PayPal Sandbox: guida all’utilizzo del servizio

Allego al presente articolo le guide (una in italiano, un pò vecchiotta del 2007, e una in inglese, di Aprile 2012) del servizio di SandBox di PayPal, che permette agli sviluppatori di fare i test sulle proprie applicazioni di eCommerce, che concludono le transazioni di acquisto usando le PayPal API o i vari servizi messi a disposizione dal colosso di business commerce.

Per intenderci, il servizio di Sandbox è un clone della piattaforma ufficiale di PayPal, che permette di sfruttare le stesse potenzialità e features, senza concludere realmente la transazione economica. Come si legge nella guida: “il servizio SandBox di PayPal è un ambiente autonomo che consente di sviluppare prototipi e collaudare le applicazioni di PayPal. Prima di spostare qualsiasi applicazione basata su PayPal in produzione, occorre collaudare l’applicazione nell’ambiente Sandbox per assicurarsi che funzioni come previsto e che sia conforme alle linee guida e agli standard di PayPal Developer Network (PDN)“.

Le funzionalità che è possibile imparare, sviluppare o collaudare in Sandbox sono riportate di seguito:

  • Pagamenti su sito web con pulsanti ‘Paga adesso’: utilizzare il servizio Sandbox per effettuare il test di accettazione di PayPal come metodo di pagamento su un sito web.
  • Notifica immediata del pagamento (IPN)
  • Acquisti effettuati tramite carrello PayPal: utilizzare il servizio Sandbox per effettuare il test dell’acquisto di più oggetti in un’unica transazione e per eseguire un unico pagamento. Per maggiori informazioni, consultare il sito all’indirizzo https://www.paypal.com/shoppingcart.
  • Iscrizioni: utilizzare il servizio Sandbox per effettuare il test dei pagamenti ricorrenti. Per maggiori informazioni, consultare il sito all’indirizzo https://www.paypal.com/pdn-recurring.
  • Rimborsi: utilizzare il servizio Sandbox per effettuare il test del rimborso dei pagamenti da un acquirente di prova.

Per poter utilizzare il servizio occorre registrarsi al sito https://developer.paypal.com/ e creare un utente di prova (che non sia già registrato al sito ufficiale di PayPal).

Per poter testare la funzionalità desiderata, si può scegliere di creare degli utenti di test per un buyer (utente semplice che compra) o un seller (venditore con account Business o Premier). Questi utenti saranno gli attori della transazione di acquisto dell’applicazione di eCommerce.

Per poter comunicare con la sandbox, come anche col servizio ufficiale di PayPal, occorrono le API credentials generate dalla sandbox, costituite da un test account, API username, API password e Signature.

Nel mio caso, avendo usato OSCOMMERCE come CMS di ecommerce, mi ritrovo ad utilizzare un plugin integrato per la gestione dei pagamenti, PayPal Express Checkout, che richiede le API Credentials per comunicare con la sandbox (o con il servizio ufficiale PayPal quando è in produzione):

Il PayPal Express Checkout è rappresentato schematicamente nel seguente diagramma di flusso e nella guida che ho allegato trovate tutti i dettagli sulle API e servizi da interrogare per effettuare il checkout degli ordini dal vostro sito ecommerce:

PayPal Express CheckOut

Guida SandBox Paypal (English)
Titolo: Guida SandBox Paypal (English) (0 click)
Etichetta:
Filename: pp_sandbox_userguide_en.pdf
Dimensione: 655 kB
Guida SandBox PayPal (Italian)
Titolo: Guida SandBox PayPal (Italian) (0 click)
Etichetta:
Filename: pp_sandbox_userguide_it.pdf
Dimensione: 810 kB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 1 = quattro