La rosa dei venti…e dei sentimenti

La rosa dei venti: riferimento indispensabile per chi naviga(va) e, poi, strumento per capire la direzione degli 8 venti. Inizialmente indicava soltanto i quattro punti cardinali (nord-sud-est-ovest). In seguito, fu arricchita di ulteriori dettagli, quali i punti intermedi (nord-est, nord-ovest, sud-est, sud-ovest) e, dunque, i venti che soffiano lungo quelle direzioni. E’ stato anche il riferimento per potersi spostare lungo il bacino del Mediterraneo, indicandone con le sue punte le nazioni commercialmente più importanti.
Fatta questa premessa, voglio citare la storia di un certo Panéo.
Su un’isola senza nome, dove pare che Ulisse si sia fermato a sognare, viveva Panèo, un vecchio pescatore capace di offrire consigli di vita a quanti ricorrono alla sua saggezza. L’uomo, che ha in serbo una risposta positiva per tutti, ha inventato la rosa dei sentimenti, ispirandosi a quella dei venti. Così l’amore trionfa con il maestrale o la gelosia arriva con lo scirocco, il grecale simboleggia l’entusiasmo, ancora, la passione soffia con il libeccio…l’indifferenza è rappresentata dal levante. E l’umanità bisognosa di aiuto può ritrovarsi in uno degli otto venti della felice creazione del canuto Panèo.
Magari la “bussola” di Panèo è utile ad orientarsi in questa vita. Rappresenta quello che proviamo vivendo. Venti che arrivano in tutte le direzioni, che prima o poi ci soffiano contro. Alcuni ci gelano il cuore, altri ci accarezzano con il loro torpore.

Creative Commons License
This work by Francesco Ficetola is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.
Based on a work at www.francescoficetola.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.francescoficetola.it/2010/11/05/la-rosa-dei-venti-e-dei-sentimenti/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sei × 8 =